SOCIALELAZIO.IT - HOME
torna alla homepage   vai al portale regionale

ARGOMENTI

Sei in: Home \ innova tu \ dettaglio

"IL SOCIALE ALLO SPECCHIO": GRANDE SUCCESSO DELL'EVENTO SULLA VALUTAZIONE DELL'IMPATTO SOCIALE

Oltre 400 persone hanno partecipato all'iniziativa di studio sulla misurazione dell'impatto sociale dei 46 progetti vincitori del bando "Innova Tu". Una sperimentazione che diventerà presto una prassi costante per tutti i bandi per il sociale della Regione


SCHEDA: COME FUNZIONA LA VALUTAZIONE DELL'IMPATTO SOCIALE DEI PROGETTI DI "INNOVA TU"

Oltre 400 persone hanno preso parte lo scorso 28 aprile a "Il sociale allo specchio", l'evento di studio e approfondimento dedicato alla Valutazione dell'Impatto Sociale dei progetti finanziati attraverso il bando regionale "Innova Tu - la sfida dell'innovazione sociale".

L'iniziativa era destinata agli addetti ai lavori ma anche ai cittadini, specialmente quelli coinvolti dai 46 progetti vincitori del bando oggetto della misurazione. Gli interventi tecnici si sono alternati a quelli divulgativi di presentazione dei progetti  di innovazione sociale, mentre numerosi stand informativi presenti nell'area dell'evento (l'ITAS Garibaldi di Roma) hanno dato spazio alle cooperative e alle imprese sociali offrendo la possibilità di presentare i propri prodotti e progetti.

Ha aperto i lavori l'assessore regionale alle Politiche sociali, sport e sicurezza Rita Visini, che ha sottolineato come il bando "Innova Tu" e la sperimentazione della valutazione d'impatto sociale sia parte di "un modello di welfare partecipativo nel quale il sistema pubblico fa fino in fondo il proprio mestiere e nel quale il terzo settore partecipa e collabora, il tutto con un meccanismo vero di verifica. Se una cooperativa sociale vince 50mila euro per un progetto di inserimento lavorativo di donne vittime di violenza, io devo poter sapere, a prescindere da quello che c'è scritto nello statuto e nel progetto, che tipo di efficiacia ha avuto quel percorso di inserimento, che tipo di benefici hanno avuto le donne coinvolte ma anche tutta la rete familiare e comunitaria che c'è intorno, che tipo di sostenibilità sul lungo periodo hanno quelle azioni, anche oltre la fase temporale del finanziamento. La misurazione dell'impatto sociale serve a questo, e noi ci stiamo investendo perché alla fine di questa esperienza sperimentale vogliamo che diventi una scelta definitiva e automatica per tutti i nostri bandi".

La sperimentazione sulla valutazione d'impatto sociale costituisce un'eccezionale innovazione per la Regione Lazio, e un cambiamento di direzione nel rapporto con gli enti del Terzo Settore che ricevono contributi regionali. La Regione Lazio infatti intende innescare processi di miglioramento continuo nella gestione dei progetti, individuando le pratiche di eccellenza da un lato ed evidenziando le criticità dall'altro. Azioni di monitoraggio e valutazione che possano, con il tempo, risollevare la reputazione dell'intero settore sociale non-profit, restituendo alle cooperative, all'associazionismo e all'impresa sociale un ruolo di promotori dello sviluppo locale sostenibile, che sia allo stesso tempo economico, ambientale e sociale.

I 46 progetti vincitori del bando, sui quali è in corso la misurazione, intervengono su 11 aree tematiche prioritarie:
1. agricoltura sociale;
2. valorizzazione delle pratiche di economia civile;
3. resilienza e nuovo welfare state;
4. co-Working: uno spazio fisico per una community dinamica e mutevole;
5. sperimentazione di modelli innovativi di servizi collaborativi rivolti a cittadini con fragilità sociale, anziani, famiglie monoparentali con figli a carico;
6. servizi di assistenza leggera di prossimità (condomini solidali, costruzioni di reti di famiglie solidali);
7. rigenerazione urbana, edifici dismessi, aree sottoutilizzate, quartieri degradati: lo sviluppo della città nella collettività per il bene comune;
8. social street: un progetto di cittadinanza attiva per un welfare di quartiere;
9. ITC di supporto per contact center, con APP dedicate funzionali alle emergenze sociali e/o alle pari opportunità e all'accesso dei servizi;
10. azioni e/o progetti di sensibilizzazione dei territori sulle nuove best practices di innovazione sociale;
11. servizi di orientamento e benessere per cittadini con necessità speciali e/o fragilità sociale, come prevenzione alla dipendenza sociale o per sostenere l'uscita dai circuiti di assistenza.

Tutte le informazioni sul bando, sui progetti finanziati e sui soggetti vincitori sono disponibili qui.

(29 aprile 2016)

DOCUMENTAZIONE

STORIE DI PROVINCIA


Archivio Storie di provincia

IN EVIDENZA