SOCIALELAZIO.IT - HOME
torna alla homepage   vai al portale regionale

ARGOMENTI

Sei in: Home \ affidamento familiare

Affidamento familiare

La legge sancisce il diritto fondamentale per tutti i minori di crescere e ricevere le cure, l'affetto e l'educazione all'interno della propria famiglia e in un ambiente idoneo (legge 184/1983 e legge 149/2001). Talvolta per la famiglia naturale pu trovarsi in situazioni di disagio che le impediscono temporaneamente di occuparsi dei propri figli: in questi casi, il minore affidato a una famiglia terza, o a una persona singola, in grado di assicurargli il mantenimento, l'affetto, l'educazione di cui ha bisogno. Quando l'affidamento a terzi non risulta possibile, allora consentito, come strumento sussidiario, l'inserimento del minore in una comunit di tipo familiare.

Nel Lazio sono presenti quasi 2.000 minori affidati a 203 strutture residenziali per minori (soprattutto comunit di tipo familiare); sono invece circa 1.250 i minori affidati a famiglie, singoli e parenti affidatari (dati aggiornati a dicembre 2009).

La Regione Lazio promuove lo sviluppo dell'affidamento familiare, gestito dai Servizi Sociali degli Enti Locali (Comuni e Distretti). In particolare:

  • promuove la creazione di una rete di servizi per l'affidamento tra i Servizi Sociali degli Enti Locali;
  • finanzia, attraverso i Piani Distrettuali per l'Affidamento Familiare e i Piani di Zona, il sostegno finanziario alle famiglie affidatarie, specifici progetti di sensibilizzazione e di formazione per far conoscere l'affidamento alla cittadinanza, progetti di realizzazione e informatizzazione di banche dati a livello distrettuale e sovra-distrettuale, etc;
  • svolge direttamente attivit di sensibilizzazione della cittadinanza all'istituto dell'affidamento familiare.
La struttura regionale responsabile per l'affidamento familiare l'area Sostegno alla Famiglia e ai Minori (e-mail: famigliaeminori@regione.lazio.it).